SCEGLIERE UN FILM

Bigfoot Junior


TITOLO ORIGINALE: The Son of Bigfoot
REGISTA: Jeremy Degruson, Ben Stassen
SCENEGGIATORE: Bob Barlen, Cal Brunker
PAESE: Belgio, Francia
ANNO: 2017
DURATA: 92'
ATTORI: con le voci italiane d Lorenzo d’Agata, Massimo De Ambrosis, Claudia Catani;
SCENE SENSIBILI: nessuna
1 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 5

Adam, ragazzino di tredici anni, orfano di padre, scopre che in realtà il genitore è ancora vivo e parte alla sua ricerca. Ciò che il ragazzo troverà sarà però inaspettato: il padre si rivela essere il leggendario Bigfoot e per anni è stato costretto a nascondersi, per proteggere se stesso e la sua famiglia dalla compagnia farmaceutica HairCo., interessata a sfruttare il DNA del bigfoot per esperimenti scientifici.
Adam scoprirà di avere le stesse qualità di suo padre e di possedere poteri speciali. Grazie ad una nuova consapevolezza di sé riuscirà infine a salvare la sua famiglia dai nemici del passato.

Quando scopri di essere il figlio di Bigfoot

Bigfoot Junior è un prodotto d’animazione tutto europeo (la case di produzione coinvolte sono Wave Pictures e Sudio Canal) ed è la storia di Adam, ragazzino adolescente, cresciuto solo con la madre, che scopre poi di essere figlio di una creatura speciale. Oltre ad affrontare le tipiche situazioni adolescenziali, tra cui il confronto con alcuni bulli e l’insicurezza nelle relazioni, in particolare con una ragazza, Adam si ritrova ad essere turbato da alcune doti misteriose: i suoi capelli ricrescono nottetempo e in situazioni di grande agitazione e adrenalina, i suoi piedi si allungano fino a rompere le scarpe.
Ma un altro vero mistero viene a galla quando il ragazzo ritrova alcune lettere nascoste dalla madre, tutte di un mittente fino ad allora ritenuto morto: suo padre. Adam parte per cercarlo ma il genitore, in realtà, è il temibile Bigfoot, anche se, come si scoprirà, di temibile non ha nulla. È stato costretto a nascondersi per via di Wallace Eastman e della sua casa farmaceutica HairCo., intenzionata a sfruttare la creatura come cavia da laboratorio per produrre farmaci in grado di contrastare la calvizie.
Padre e figlio hanno l’occasione di recuperare il tempo perduto e il ragazzino comprenderà l’origine delle sue stranezze. Con l’aiuto del padre acquisterà consapevolezza dei suoi poteri speciali, tra i quali anche la capacità di interpretare il linguaggio degli animali.

Un film che arranca e fatica a trovare il suo pubblico

La ricerca di Adam attira però sulla famiglia i nemici del passato. Wallace Eastman è ancora determinato a portare a termine i suoi esperimenti ed è disposto a tutto, persino a distruggere la foresta e fare del male ad Adam e alla sua famiglia. Il ragazzino non si darà per vinto e proprio grazie alla sua natura di bigfoot, riuscirà a salvare la famiglia e a tornare alla vita quotidiana con sicurezza, per affrontare finalmente i bulli e legare con la ragazzina, che in realtà lo ha sempre aspettato.
Il percorso di Adam, con la scoperta della sua vera natura e la comprensione delle sue particolari qualità, può essere considerato metafora del cammino di presa di coscienza di sé tipico dell’adolescente. Tuttavia la storia raccontata presenta una narrazione molto semplificata, poco approfondita nelle sue svolte, che fa pensare che il film sia più adatto ad un pubblico di bambini piccoli. L’antagonista della storia, Wallace Eastman, è mosso da uno scopo che appare “banale” – trovare un farmaco per la calvizie – giustificato inizialmente come obiettivo in grado di assicurare un grosso guadagno economico, per poi scoprire la vera motivazione dell’antagonista: anch’egli è pelato e cerca di fatto una cura per se stesso.
E se anche la narrazione è semplice, il rischio è che si fatichi comunque a coinvolgere anche i più piccoli, dato che il protagonista ha un’età e delle problematiche lontane da quelle dei bambini.
Il film fatica a trovare un target preciso e rischia di risultare poco accattivante, non trovando la via per coinvolgere in tematiche che sarebbero di per sé forti, come l’importanza del sacrificio per il bene dei propri cari e, in parte, il rispetto verso l’ambiente e la natura, minacciati dagli interessi degli uomini.

Scegliere un film 2018

Tag:, , , , , ,