SCEGLIERE UN FILM

Cats

Cats


TITOLO ORIGINALE: Cats
REGISTA: Tom Hooper
SCENEGGIATORE: Lee Hall e Tom Hooper
PAESE: Usa/UK
ANNO: 2019
DURATA: 110'
ATTORI: James Corden, Judi Dench, Idris Elba, Jennifer Hudson, Ian McKellen, Rebel Wilson e Francesca Hayward
SCENE SENSIBILI: nessuna
1 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 5

La gatta Victoria viene abbandonata dai suoi padroni e si ritrova spaesata in un nuovo quartiere, chiamato Jellicle. Subito conosce i felini della zona e apprende che sono in attesa di un evento speciale: ogni anno, in quel preciso giorno, il capo della loro comunità, la vecchia Old Deuteronomy, sceglie tra loro il componente più meritevole, che potrà accedere allo strato ionizzato, il paradiso dei Jellicle, e rinascere a nuova vita. Ogni gatto che desidera competere per accaparrarsi questo ambitissimo premio deve esibirsi di fronte a tutti cantando una canzone che parli di sé. Mentre i diversi “concorrenti” si avvicendano, Victoria incontra Grizabella, una gatta che aveva abbandonato la comunità e che ora vive sola e reietta, lasciata ai suoi rimpianti. Old Deuteronomy assiste ai numeri musicali con attenzione, ma nell’ombra qualcuno intesse trame oscure: è Macavity, un gatto malvagio e disposto a tutto pur di vincere…

Da Broadway ad Hollywood

Quella portata per la prima volta sul grande schermo dal regista Tom Hooper non è un’opera qualsiasi: Cats, infatti, è uno dei musical più longevi e di successo nella storia del teatro e le musiche del compositore Andrew Lloyd Webber – primo tra tutte il brano “Memory”, cantato dal personaggio di Grizabella – sono ormai parte della cultura popolare.
Per la trasposizione cinematografica di un musical tanto amato, la Monumental Pictures ha giocato tutti gli assi che aveva nella manica: un premio Oscar (che già aveva avuto a che fare con i musical, cimentandosi con Les Misérables) alla regia, un budget decisamente cospicuo, e soprattutto un cast composto da nomi di richiamo per un pubblico di tutte le età.

Una storia poco adatta al grande schermo e occasioni sprecate

Insomma, lo sforzo per fare un “grande film” c’è e si vede. Ma è la scelta della storia da raccontare il primo passo falso. A differenza di altri musical di successo, la trama di Cats, infatti, è assai scarna: lo spettatore assiste alle diverse esibizioni di gatti che presentano se stessi in una lunga serie di danze e canzoni, intervallate da pochissimi dialoghi. A teatro, questa struttura ripetitiva non risulta pesante agli occhi del pubblico perché vince lo stupore nel vedere attori in carne e ossa “trasformarsi” in felini, grazie al trucco e alle movenze studiate per le coreografie. Ma al cinema non basta. In primo luogo, perché gli effetti speciali utilizzati, per quanto di qualità, in questo caso finiscono spesso per dare la sensazione di trovarsi di fronte ai personaggi di un videogioco; e in secondo luogo, perché non c’è alcun approfondimento tematico o sui protagonisti.

In una sceneggiatura ridotta ai minimi termini che non ha voluto rischiare di distanziarsi troppo dal musical originale, si intravedono spunti che non hanno trovato alcuno sbocco: si sarebbe potuto sviluppare il tema del perdono, che Grizabella ricerca da tempo e riceve solo alla fine, così come si sarebbe potuto parlare del desiderio di rinascita che accomuna tutti i gatti Jellicle (e forse tutti noi)… ma sono elementi che rimangono solo sullo sfondo.
Il mezzo disastro al botteghino di un film che, sulla carta, aveva ottime chance di riuscita dimostra ancora una volta che non basta un cast di grandi star per conquistare il pubblico cinematografico: senza una buona sceneggiatura, non si va da nessuna parte.

Scegliere un film 2020

Tag:, ,