SCEGLIERE UN FILM

Il coraggio della verità


TITOLO ORIGINALE: The Hate U Give
REGISTA: George Tillman Jr.
SCENEGGIATORE: Audrey Wells, dal romanzo di Angie Thomas
PAESE: Usa
ANNO: 2018
DURATA: 132'
ATTORI: Amandla Stenberg, Regina Hall, Russell Hornsby, Issa Rae, Algee Smith, Anthony Mackie
SCENE SENSIBILI: nessuna
1 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 5

La vita di Starr Carter, adolescente afroamericana, cambia totalmente dopo l’ennesima sparatoria nel quartiere in cui vive. La morte entra – di nuovo – nella sua vita, e la costringe a fare i conti con le ingiustizie e con l’odio da cui è circondata, nel tentativo di trovare un modo per non far vincere la paura.

Due vite parallele

Starr ha 16 anni e vive due vite parallele: una è a casa, nel quartiere nero di Garden Heights, la seconda è nella scuola privata – a prevalenza bianca – in cui la madre ha insistito per iscrivere lei e il fratello, impaurita dalla criminalità presente nella scuola del quartiere, e nel quartiere stesso. La mattina Starr esce di casa con la divisa della scuola, e durante l’orario scolastico fa di tutto per non apparire diversa dagli altri. Una volta a casa, però, torna ad essere la ragazza afroamericana che va alle feste in cui non è insolito assistere ad una sparatoria, e in cui non è insolito morire. È proprio da una di queste feste che comincia il viaggio di Starr per capire a quale delle due vite appartiene, e per capire che l’odio con cui lei e i suoi amici sono cresciuti può rovinare la vita di tutti. «The hate u give little infants f***s everybody», è il significato dell’acronimo T.H.U.G.L.I.F.E., canzone del rapper Tupac, che Starr ascolta in macchina con l’amico d’infanzia Khalil. L’odio che hanno respirato, e la paura che ha costellato la loro vita fin da piccoli, può rovinare tutto. La scoperta per Starr sarà che c’è un antidoto, una piccola “magia” che può spezzare la catena dell’odio, e che invece che distruggere può piantare il seme per ricostruire.

Una battaglia per imparare a distinguere il bene dal male

Il film mette in scena una tematica forte, quella del razzismo, vissuta dal punto di vista di un’adolescente che per la prima volta ha a che fare con il mondo “dei grandi”, e che per la prima volta deve fare scelte che condizioneranno non solo la sua vita, ma anche quella delle persone che ama. La crescita di Starr è tutta in salita, è una strada che, seppur mascherata da battaglia per i diritti, nasconde nel profondo una battaglia per imparare a riconoscere e a distinguere il bene dal male, ciò che è giusto da ciò che è sbagliato. Ciò che è odio da ciò che è amore.
Il coraggio della verità è un film che parla di una storia che sembra già scritta, e che invece può essere ancora drasticamente cambiata: la vita di Starr e dei suoi fratelli pare segnata dal colore della pelle, dal quartiere sbagliato, da una vita vissuta a metà per sembrare “normali”. E invece, anche attraverso un evento drammatico come la morte, è possibile decidere di puntare i piedi e spiccare il volo, per provare ad essere felici.
Nonostante il finale leggermente retorico – ma comunque non scontato – Il coraggio della verità è un film riuscito, ben scritto e recitato da attori che danno credibilità ad una storia che poteva rischiare di essere prevedibile e banale e che invece fa riflettere e lascia il segno.

Scegliere un film 2019

Tag:, , , ,