SCEGLIERE UN FILM

Last Christmas

Last Christmas


TITOLO ORIGINALE: Last Christmas
REGISTA: Paul Feig
SCENEGGIATORE: Bryony Kimmings ed Emma Thompson
PAESE: Usa/UK
ANNO: 2019
DURATA: 103'
ATTORI: Emilia Clarke, Henry Golding, Michelle Yeoh, Emma Thompson
SCENE SENSIBILI: alcuni riferimenti a contenuti sessuali
1 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 5

La vita di Kate potrebbe decisamente andare meglio: coltiva il sogno di diventare una cantante ma si è abituata a fallire ogni audizione, ha un rapporto complicato con la sua famiglia (e in particolare con sua madre), vaga continuamente per le case di amici alla ricerca di un posto letto e lavora in un negozio londinese di articoli natalizi senza alcun entusiasmo. Il cinismo e la disillusione sembrano ormai essere una costante delle sue giornate, finché un giorno non s’imbatte in Tom, un ragazzo che ha tutta l’aria di essere un sognatore e che non si lascia intimidire dal suo essere scontrosa. Mentre Kate continua a ricevere ultimatum dai suoi amici, dalla datrice di lavoro e dalla madre apprensiva affinché diventi un po’ più responsabile, Tom sembra l’unico in grado di comprenderla senza, però, blandirne i difetti. Il ragazzo, tuttavia, è un tipo stranamente difficile da rintracciare e Kate finisce sempre per chiedersi quando e come potrà rivederlo…

Una commedia romantica natalizia firmata Emma Thompson

Nella grande “famiglia” delle commedie romantiche esiste da tempo una neanche poi così piccola area dedicata alle storie d’amore a tema natalizio. La magia delle feste, le strade con i negozi adorni di lucine, le recite e i regali creano un’atmosfera privilegiata per raccontare l’incontro tra anime affini. Last Christmas si prefigge in maniera evidente, già dal titolo, di entrare a far parte della categoria, ma la presenza di una veterana del cinema (e del teatro) come Emma Thompson tra gli sceneggiatori dovrebbe mettere in guardia gli spettatori – o più facilmente, le spettatrici – che si aspetteranno il solito intreccio mieloso.

Un “principe azzurro” ineccepibile e un’eroina sconclusionata

Chiaramente il “principe azzurro” c’è e ha tutte le caratteristiche dell’archetipo: single, sensibile, di bell’aspetto… e dal fascino asiatico che strizza l’occhio a una Hollywood sempre più attenta alla rappresentazione delle coppie interraziali. Ma Kate dell’eroina classica ha ben poco. È scostante, immatura e parecchio incasinata, e per quanto la sua vita stia andando a rotoli è difficile provare compassione per lei dato che la situazione in cui si trova è il risultato di una serie infinita di scelte sbagliate. Il film – almeno nella prima parte – ne risente, perché manca quel coinvolgimento emotivo che solitamente porta il pubblico a tifare per la protagonista. Ci si finisce per chiedere come sia possibile che Tom sia interessato a lei… ma è proprio nella risposta a questa domanda che emerge uno degli elementi più interessanti del racconto, che regalerà anche un colpo di scena.
Ci sono, inoltre, alcuni accenni al confronto \ scontro di Kate con le proprie origini balcaniche – la famiglia di Kate, o meglio di Katarina, è scappata dalla Ex Jugoslavia – in una Gran Bretagna pronta per la Brexit. Purtroppo, però, sono spunti che rimangono confinati a poche scene, più o meno riuscite, che non riescono a costruire una vera e propria sottotrama o un filone tematico che abbia un reale impatto sul percorso della protagonista.
In conclusione, nonostante alcune occasioni mancate e qualche scivolata nel sentimentalismo, Last Christmas riesce ad elevarsi al di sopra di molte commedie romantiche recenti che paiono scritte con il pilota automatico.

Scegliere un film 2020

Tag:, , ,