SCEGLIERE UN FILM

Playmobil - il film

Playmobil – il film


TITOLO ORIGINALE: Playmobil - The Movie
REGISTA: Lino di Salvo
SCENEGGIATORE: Blaise Hemingway, Greg Erb, Jason Oremland
PAESE: Francia, Usa, Nigeria, India, Canada, UK, Tanzania
ANNO: 2019
DURATA: 110'
ATTORI: /
SCENE SENSIBILI: nessuna
1 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 5

Marla e il fratellino Charlie vengono magicamente catapultati nel mondo Playmobil, per vivere tante incredibili avventure.

Il mondo Playmobil fa il suo ingresso al cinema

Il film è interamente dedicato al mondo Playmobil, marchio della nota azienda di giocattoli, che dopo il successo dei lungometraggi Lego ha deciso di sviluppare questa coproduzione per tentare di conquistare la sua parte il mercato. L’animazione è dello studio canadese che ha prodotto anche il Piccolo Principe e Mune, mentre il regista, alla sua prima opera cinematografica, vanta una lunga esperienza come animatore Disney.
La confezione non è niente male, peccato per la storia, traballante e un po’ scontata.

Un film che cattura l’attenzione dei più piccoli

Nonostante la colonna sonora (con tanto di brani cantati dai protagonisti) da subito non si riveli nulla di speciale, l’inizio sembra promettere bene. La giovanissima Marla desidera viaggiare e vedere il mondo, ha appena ricevuto il passaporto ed è pronta a spiccare il volo, peccato che la prematura scomparsa dei genitori la obblighi a rinunciare ai suoi sogni per prendersi cura del fratellino.
Qualche anno dopo per lei ormai esistono solo i doveri di casa e il lavoro che le permette di mantenere lei e il fratello; niente più giochi, niente più spensieratezza, mentre Charlie vorrebbe ancora puntare in alto con la fantasia. I due finiscono per litigare e Charlie scappa di casa.
Fin qui niente di chè per gli adulti, ma il film riesce a catturare il pubblico dei più piccoli, e continuerà a farlo, perchè poco dopo i due fratelli vengono letteralmente risucchiati nel mondo Playmobil, per vivere un’avventura dietro l’altra incontrando i personaggi più bizzarri.
Come ci siano entrati e perchè non è dato saperlo. Semplicemente Charlie si intrufola in un museo Playmobil, un faro si illumina, e la magia ha inizio.
Il buco narrativo forse non verrà notato dai bambini, ma non ha altro esito che sganciare il pubblico dei grandi: forse con qualche piccolo sforzo si sarebbe potuto trovare qualcosa di più sostanzioso, così da rendere la storia più ricca e profonda. Una volta entrati nel mondo fantastico, i due continueranno a passare da un mondo all’altro, portando lo spettatore a visitare gli ambienti classici Playmobil, con qualche aggiunta fatta apposta per l’occasione. Come e perchè si spostino nei vari ambienti è ancora una volta pretestuoso: l’intento non sembra essere altro che fare una carrellata dei prodotti del marchio, legandoli assieme con un sottilissimo filo narrativo che fatica a reggere. Il divertimento per i più piccoli è comunque assicurato, le immagini stupiscono e i personaggi divertono, anche se non riescono ad eguagliare l’ironia parodistica che aveva riscosso grande successo nei film Lego.
Quel tanto di morale aggiuntiva, anche se un po’ appiccicata, di credere in se stessi e ai propri sogni senza mollare mai, contribuisce alla confezione di un buon prodotto, consigliabile per un target prescolare e per i primi anni della scuola primaria.

Scegliere un film 2020

Tag:, , , ,