SCEGLIERE UN FILM

The Aeronauts

The Aeronauts


TITOLO ORIGINALE: The Aeronauts
REGISTA: Tom Harper
SCENEGGIATORE: Jack Thorne
PAESE: UK
ANNO: 2019
DURATA: 100'
ATTORI: Eddie Redmaine, Felicity Jones e Himesh Patel
SCENE SENSIBILI: nessuna
1 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 5

Londra, 1862. Lo scienziato e meteorologo James Glaisher è convinto che lo studio del cielo e dell’atmosfera possa permettere di prevedere i cambiamenti delle condizioni atmosferiche. A supportarlo c’è soltanto l’amico e compagno di studi universitari John che, a differenza dei “baroni” della Royal Society, non deride le sue idee, ma ne riconosce la potenzialità. Allo scopo di verificare le sue teorie, Glaisher cerca di finanziare in ogni modo un’ascensione in mongolfiera che lo porti fino ad altezze mai raggiunte prima. C’è solo una persona che può accompagnarlo in questa impresa: Amelia Wren. La famosa aeronauta è l’unico pilota in grado di guidare l’enorme pallone aerostatico Mammoth oltre i limiti toccati finora. Ma convincere Amelia non sarà semplice: ha promesso a se stessa di non mettere mai più piede su di una mongolfiera e sembra intenzionata a seguire i consigli dei familiari, ben felici di saperla al sicuro a terra…

Una produzione colossal degli Amazon Studios

Dopo lo straordinario successo ottenuto nel 2014 con La teoria del tutto, Eddie Redmaine e Felicity Jones tornano a recitare insieme in un film biografico. Questa volta, la produzione è in mano al colosso degli Amazon Studios che investe in una storia poco conosciuta (alzi la mano chi è appassionato di meteorologia), ma avventurosa.
Lo sforzo produttivo è evidente sia nella scelta di due attori protagonisti ormai non più “emergenti” ma affermati, sia nella cura degli effetti speciali. Proprio a questo proposito, va segnalato come la distribuzione direttamente sulla piattaforma streaming Amazon risulti, in questo caso, quasi controproducente: gli spazi aperti del cielo in cui si avventurano James e Amelia vengono restituiti allo spettatore con grande maestria, ed è un vero peccato che il pubblico – perlomeno italiano – non ne abbia potuto godere sul grande schermo.

Un viaggio epico tra le nubi

“Caelum certe patet”, “il cielo è aperto”, recita la scritta che campeggia sulla mongolfiera al centro dell’impresa, ed è proprio attorno al concetto del limite che ruota buona parte del film. Il superamento di confini prestabiliti è necessario per giungere a nuove scoperte, ma Glashier scopre pian piano che gli ostacoli sulla sua strada non sono solo quelli derivanti dalla scarsa fiducia che il mondo scientifico ripone in lui. Nell’ascensione che compie con Amelia, il protagonista è portato a chiedersi fino a dove ci si può e ci si deve spingere per realizzare i propri sogni. È una domanda, questa, dalla risposta assolutamente non scontata e che tira in ballo elementi come l’ambizione, il coraggio, ma anche il sapersi fidare degli altri oltre che di se stessi.
La storia, è vero, soffre un po’ della cornice temporale in cui è racchiusa che, sebbene intervallata da diversi flashback, si apre e si chiude nell’arco di una sola giornata. In parte questo attenua l’epicità del racconto – di per sé già molto classico e lineare – ma non inficia del tutto lo “spirito d’avventura” di cui è intriso.
Con una serie di sequenze letteralmente mozzafiato e che tengono alta la tensione per buona parte del film, The Aeronauts riesce nella sempre più difficile impresa di intrattenere il pubblico… e di fargli sognare cieli aperti.

Scegliere un film 2020

Tag:, , ,