SCEGLIERE UN FILM

The perfect date

The perfect date


TITOLO ORIGINALE: The perfect date
REGISTA: Chris Nelson
SCENEGGIATORE: Steve Bloom e Randall Green
PAESE: Usa
ANNO: 2019
DURATA: 90'
ATTORI: Noah Centineo, Laura Marano, Matt Walsh e Odiseas Georgiadis
SCENE SENSIBILI: nessuna
1 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 51 vote, average: 3,00 out of 5

Brooks Rattigan ha un sogno: entrare nella prestigiosa Università di Yale. Ma trovare i soldi per la retta non è affatto facile. Mentre suo padre cerca di convincerlo a prendere in considerazione l’ottima alternativa vicino casa, Brooks lavora in un fast-food con l’amico di sempre, Murph, per auto-finanziarsi. Un giorno, però, si propone per accompagnare (dietro retribuzione) a un ballo la cugina di un compagno di scuola, Celia… e la serata è un successo. Brooks trova, così, la soluzione ai suoi problemi: con l’aiuto di Murph crea un’app in cui si propone come “accompagnatore” per tutte le occasioni. Dal rodeo al corso di latino-americano, incarna ogni volta il tipo di persona (e di personalità) richiesto dalla ragazza che lo ha ingaggiato. Quando, poi, conosce Shelby, la studentessa più popolare del ricco liceo di Celia, Brooks sembra avere la vita che ha sempre desiderato a portata di mano, ma per ottenerla dovrà capire che uomo vuole diventare…

I mille volti del fidanzato perfetto

Che il genere della commedia romantica non fosse da dare per morto, era prevedibile. Nell’ultimo periodo, infatti, è tornato alla ribalta grazie ad alcuni titoli, rivolti prevalentemente al pubblico dei teenager, che sono diventati un successo mondiale a partire dalle piattaforme streaming come Netflix. The Perfect Date s’inserisce proprio in questa scia, facendo molto affidamento sulla stellina di Disney Channel Laura Marano e all’astro nascente Noah Centineo.
Gli elementi del racconto sono quelli classici di una romantic-comedy per adolescenti: c’è l’ambientazione liceale, l’ormai immancabile amico gay, il desiderio di essere accettati e le domande sul futuro… Gli spunti più interessanti emergono proprio dal percorso di crescita affrontato dal protagonista, Brooks. Il ragazzo è mosso dall’ambizione di migliorare una vita che gli sembra molto meno affascinante e ricercata di quella di alcuni suoi coetanei dotati di belle macchine, belle case e fidanzate ancora più belle. Quello che scopre, però, nell’avvicinarsi sempre più al proprio obiettivo – entrare in una delle università più rinomate della Ivy League – è che scegliendo di indossare ogni volta una maschera diversa, rischia quasi di perdere chi gli sta vicino e gli vuol bene per quello che è, ovvero un ragazzo che non ha ancora le idee chiare sulla propria vita e su se stesso.

Una commedia romantica senza infamia e senza lode

Con questi sentimenti di incertezza e frustrazione viene facile immedesimarsi. Con il personaggio di Celia, invece, molto meno. Nella caratterizzazione della protagonista femminile si evidenziano le difficoltà maggiori della sceneggiatura, che tenta di confezionare una ragazza tosta, anticonformista e sicura di sé… ma finisce con il calcare troppo la mano, dando al pubblico l’impressione di trovarsi di fronte a una quarantenne frustrata rinchiusa nel corpo di un’adolescente. I momenti di vera empatia verso il suo personaggio ci sono, ma sono pochi. E non aiuta affatto la totale mancanza di “alchimia” tra l’attrice che interpreta Celia e lo stesso Centineo, che va a discapito di tutte le scene in cui gli spettatori dovrebbero tifare per il loro happy end.
In sostanza, pur senza grossi scivoloni, The Perfect Date risulta come uno di quei film che non fanno storcere il naso… ma che neanche invogliano a comprarne il dvd.

Scegliere un film 2020

Tag:, , ,