SCEGLIERE UN FILM

Tolkien

Tolkien


TITOLO ORIGINALE: Tolkien
REGISTA: Dome Karukoski
SCENEGGIATORE: David Gleeson e Stephen Beresford
PAESE: Usa
ANNO: 2019
DURATA: 112'
ATTORI: Nicholas Hoult, Lily Collins, Anthony Boyle, Colm Meaney e Patrick Gibson
SCENE SENSIBILI: alcune scene di guerra
1 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 5

Il film ripercorre gli anni giovanili della vita di John Ronald Reuel Tolkien alla ricerca degli eventi e delle esperienze che avrebbero dato vita, più tardi, alle pagine di Lo Hobbit e del Signore degli Anelli.

Il biopic fedele di uno degli scrittori più amati del ‘900

Forse a determinare la tiepida accoglienza di questo film biografico, che in Italia ha avuto una limitatissima distribuzione, è stato il suo aderire in maniera fin troppo pedissequa agli schemi di un genere, quello del biopic, che oggi è enormemente in voga, ma spesso in forme rielaborate e innovative. Invece Tolkien è un film estremamente classico, che ci mostra esattamente quello che ci aspetteremmo di vedere: la ricostruzione abbastanza fedele degli anni di formazione di uno degli autori più amati del Novecento e come in essi fossero già presenti molti dei temi e delle immagini che hanno reso indimenticabili i suoi romanzi.
Il collegamento fra eventi biografici e riferimenti ai romanzi è stato percepito, da molti degli amanti della saga della Terra di Mezzo, come eccessivamente didascalico e a tratti forzato. Non gli si può dare tutti i torti: c’è una certa ripetitività nelle sequenze ambientate durante la Prima Guerra Mondiale, che costituiscono una cornice piuttosto artificiale per il racconto, così come la storia d’amore con Edith, pur avendo alcune belle scene, tende a tratti ad appiattirsi su toni eccessivamente melò, invece che essere esplorata nella sua complessità; rimane piuttosto superficiale, ad esempio, anche tutta la dimensione religiosa, così importante per Tolkien (e anche di questo i tolkieniani “duri e puri” si sono lamentati).

Gli anni giovanili e l’amore per la filologia di Tolkien

Ma nel film non c’è solo questo. C’è la freschezza dell’amicizia che lega i membri del TCBS, il club formato dal giovanissimo Tolkien e da tre compagni di scuola, che scappavano dalla biblioteca per rifugiarsi… in una sala da tè, a condividere insieme i primi tentativi artistici e letterari. La gioiosa esuberanza di questi ragazzini che volevano fare cose grandi, o almeno avere uno spazio in cui sognarle all’interno della rigida società inglese di inizio Novecento, si è infranta contro lo scoglio della chiamata alle armi; per questo pochissimi ne conoscevano l’esistenza, a differenza del ben più famoso gruppo degli Inklings (di cui farà parte Tolkien in età adulta, insieme anche a Lewis, l’autore delle Cronache di Narnia), ma valeva la pena riscoprirne la storia.
E poi c’è tutto l’amore per le lingue che Tolkien inventava fin da bambino e che costituiscono la vera origine della Terra di Mezzo, nel momento in cui capisce che deve creare loro una storia se vuole che non rimangano solo un suono ma si riempiano di significato. Questa passione per la filologia, in particolare delle lingue nordiche, era uno degli aspetti che maggiormente si erano persi negli adattamenti cinematografici dei romanzi tolkieniani ed è quello per cui Karukoski (forse non a caso un regista finlandese che firma la sua prima opera in lingua inglese) ha trovato le soluzioni più originali.

Una popolarità che continua a crescere

Nicholas Hoult, inoltre, si rivela una scelta particolarmente azzeccata come protagonista, all’interno di un cast generalmente ben assortito, sia per la sua dignità estremamente british, che per la sua aria perennemente sognante, capace di percepire nelle cose quell’oltre che costituisce la base di ogni arte.
Nel complesso, non si tratta forse di un grande film, ma sicuramente di un ottimo mezzo per avvicinarsi in maniera non banale alla vita di un autore la cui popolarità sembra crescere con il tempo invece di esaurirsi, proprio perché è stato capace, parlando di Elfi e di draghi, di affrontare con verità le grandi domande che incessantemente hanno risuonato nella sua vita.

Scegliere un film 2020

Tag:, , ,