SCEGLIERE UN FILM

Un viaggio a quattro zampe


TITOLO ORIGINALE: A Dog’s Way Home
REGISTA: Charles Martin Smith
SCENEGGIATORE: W. Bruce Cameron, Cathryn Michon
PAESE: Usa
ANNO: 2019
DURATA: 96'
ATTORI: con la voce di Bryce Dallas Howard, con Jonah Hauer-King, Ashley Judd, Edward James Olmos, Alexandra Shipp
SCENE SENSIBILI: qualche scena di tensione
1 vote, average: 2,00 out of 51 vote, average: 2,00 out of 51 vote, average: 2,00 out of 51 vote, average: 2,00 out of 51 vote, average: 2,00 out of 5

Bella è una cagnolina giocherellona e vivace. Trovatella accudita da una mamma gatta, viene accolta da Lucas, dalla madre Terri, veterana di guerra, e dalla fidanzata Olivia. Il legame tra Lucas e Bella è fortissimo, una compagnia ideale per la cagnolina. Quando però l’accalappiacani di Denver inizia a darle la caccia, a causa della sua razza ritenuta pericolosa e fuori legge, Lucas è costretto a trovare una soluzione per salvare la sua amata cagnolina. Ospitata da amici in un altro Stato, Bella non riesce però ad aspettare il ritorno del suo padrone e scappa via, per andargli incontro lei stessa. In un viaggio lungo due anni, affrontando pericoli e ostacoli, trovandosi prima a far da mamma ad una cucciola di puma orfana e poi compagna di un senzatetto, Bella riuscirà infine a tornare dalla sua famiglia.

Un inno alla fedeltà del migliore amico dell’uomo

Adattamento dal bestseller scritto da William Bruce Cameron, che firma anche la sceneggiatura del film, Un viaggio a quattro zampe racconta il lungo viaggio di una fedele cagnolina che vuole tornare dal suo padrone. Il film può rientrare in questo senso nel genere del road movie, dove protagonista praticamente assoluta è però Bella, che racconta, con la sua stessa voce narrante, il mondo visto attraverso i suoi occhi. Con un viaggio lungo due anni, tra una natura selvaggia e città sconosciute, la storia vuole essere un inno alla fedeltà del migliore amico dell’uomo, che non si ferma davanti a nessun ostacolo pur di tornare a casa. E per Bella “torna a casa”, partito come un gioco che Lucas le insegna per sfuggire alle grinfie dell’accalappiacani di Denver, che vorrebbe far sopprimere la cagnolina, diventa infine un vero obiettivo, un “guinzaglio” che la tira verso Lucas e la sua famiglia.

Una storia di buoni sentimenti, apprezzabile dagli amanti degli animali

Dentro la storia della fedele cagnolina si intrecciano poi quelle di altri animali, tra cui alcuni gatti, che sono la prima famiglia di Bella, e soprattutto una femmina di puma, che Bella cresce e accudisce dopo aver assistito all’uccisione della madre. Il rapporto di Bella con ognuno di loro vorrebbe rappresentare la possibilità di una solidarietà e di una convivenza pacifica tra creature profondamente diverse e potenzialmente antagoniste per natura. Un contraltare rispetto alla ferocia di alcuni uomini, che invece vorrebbero eliminare la dolce Bella, ritenuta per natura pericolosa, quando invece si mostra sempre affettuosa e buona, capace di aiutare chi è in difficoltà, come la stessa madre di Lucas, che grazie a Bella affronta il recupero da veterana con una nuova gioia. La storia dunque è un concentrato di buoni sentimenti, una storia per tutta la famiglia, apprezzabile in particolare dagli amanti degli animali. Il racconto tuttavia, nonostante le avventure del viaggio, rischia di essere monotono e un po’ piatto, appesantito dall’ingombrante voce narrante della cagnolina, fin troppo didascalica e a più riprese un po’ retorica e non molto “canina”. Dal momento della fuga ci si concentra esclusivamente su Bella, senza darci la possibilità di vedere le reazioni dei suoi padroni alla perdita. Questa scelta smorza un po’ la tensione del racconto, non essendoci di base un vero arco narrativo per la cagnolina, che non ha molto altro da imparare e segue unicamente l’obiettivo di tornare a casa. Anche l’emozione del ricongiungimento tra cane e padrone risulta infine scarica.
Sono da apprezzare le ambientazioni del viaggio e l’abile regia del cane protagonista; un po’ meno il lavoro sul puma: una creazione digitale non troppo riuscita.
Il film in sostanza si lascia vedere, senza però raggiungere quel forte coinvolgimento emotivo che alcuni altri film con animali protagonisti sono stati in grado di raggiungere.

Scegliere un film 2019

Tag:, , , ,